jump to navigation

sole e luna: congiunzione luglio 21, 2006

Posted by lastrologa in aspetti, congiunzione, luna, sole.
1 comment so far

escher, sole e luna

La congiunzione ha l’effetto più subdolo: il Sole brucia la Luna.
C’è da dire che il Sole brucia nella congiunzione quasi tutti i pianeti dell’intelligenza: Luna, Mercurio, Nettuno e solo Saturno si impermeabilizza in parte con la sua simbologia di potere.
L’egocentrismo vitale del Sole si enfatizza e tende a prendere il sopravvento sulla percezione lunare e sulla capacità di captare quanto avviene nel mondo circostante, fondamentale per avere relazioni armoniche e prive di frustrazioni con gli altri.
L’io attivo diventa dominante. I raggi solari colpiscono, pur senza colpire l’intelligenza, il livello percettivo più profondo della Luna.
La congiunzione coglie i messaggi ma tende a non trasformarli in comportamento, l’individuo viaggia all’interno di un suo mondo, impermeabile ai condizionamenti esterni e con una personalità poco elastica.
Va detto che, in certe vite, questa tendenza può essere una notevole difesa e un punto di forza. Spesso sono le persone cocciute e testarde che arrivano più facilmente ai loro obiettivi. Questo ribaltamento, però, avviene solo se sostenuto da alti pianeti nel tema natale.
La lettura di Sole-Luna-genitori ha a che fare con la confusione nel distinguere chiaramente il maschile dal femminile: può essere causa, ad esempio, di due genitori granitici nell’educazione, così da rendere difficile una chiara distinzione e una sana identificazione ora con l’uno ora con l’altro.
Nell’educazione dei figli si dice che quando uno sgrida, l’altro deve essere aperto a consolare. Se uno in qualche modo distrugge, l’altro deve essere disponibile alla ricostruzione. Da bambini, se no, si rimane senza risorse.

Annunci

mercurio e quelli che conosco luglio 7, 2006

Posted by lastrologa in congiunzione, gemelli, mercurio, sole, vergine.
add a comment

Nella mia breve vita di astrologa da strapazzo mi è capitato di notare, rispetto a Mercurio, un paio di cose, nei temi natali di quelli che conosco.
Difficilmente resisto: chiedo spesso alle persone che incontro, anche superficialmente, la data il luogo e l’ora di nascita.
Non riesco a farne a meno, anche a costo di sembrare scema.
A volte bofonchio che sto facendo delle ricerche e che mi si scusasse tanto se mi appuntavo il dato, altre volte mi hanno salvato gli altri spiegando che la mia era una mania.
La maggioranza delle persone non sa a che ora è nata ma, per posizionare decentemente Mercurio in un tema natale, la data esatta e il luogo possono bastare. Così sono arrivata alla prima ideuzza, già accennata, che riguarda i rapporti tra Mercurio e Sole: il Sole lede sempre Mercurio e lo brucia tanto quanto più vicino si trova. Come se Mercurio per proteggersi dai raggi solari si difendesse permeandosi di ottusità.
Immagino che ognuno di noi conosca persone dalla risposta brillante e veloce, il che che indurrebbe a far credere a un’altrettanto velocità di pensiero.
Invece no.
La lesione del Sole agisce esattamente su questo: queste persone capiscono al volo ma lasciano inutilizzate le informazioni che ricevono, proprio perché vengono bruciate le qualità intellettuali del pianeta.
Cosa che invece Mercurio vorrebbe sempre fare, sia per divertirsi, sia per usarle a proprio vantaggio come insegnano Gemelli e Vergine: i luoghi prediletti del pianeta.

mercurio luglio 6, 2006

Posted by lastrologa in congiunzione, mercurio, sole.
add a comment

Cominciamo con Mercurio. Siccome da qualche parte bisogna pur cominciare si comincia dall’inizio, dal pianeta più vicino al Sole.
Veramente l’astrologia si basa su un’altra prospettiva: fa partire lo sguardo dalla Terra, il che non è poi così lontano dalla realtà come potrebbe sembrare, visto che ci troviamo tutti a chiacchierare e a guardarci in giro qui, e non, poniamo, su Marte.
Comunque questo ragionamento mi porterebbe troppo in là e io, invece, volevo parlare di Mercurio che è il pianeta più veloce del sistema solare. Tanto che, in un tema natale, è importante capire le sue relazioni con gli altri pianeti e con le case astrologiche, per capire a che tipo di intelligenza ci troviamo di fronte e di come vengano captate e scelte le informazioni veloci.
Non si allontana mai più di 28 gradi dal Sole e questo significa che si trova sempre o nel segno precedente a quello di nascita, nello stesso, o in quello successivo, il che significa ancora, secondo logica, che i due pianeti possono legarsi in un solo aspetto: quello della congiunzione. Dal punto di vista astrologico, che poi è anche quello della mia esperienza personale, questo aspetto non è un granchè.
La congiunzione tra Sole e Mercurio non fa bene a quel pezzo di intelligenza che fa della rapidità di comprensione il suo baluardo.
Insomma. Mercurio troppo vicino al Sole si brucia